Per una migliore esperienza cambia il tuo browser con Chrome, Firefox, Opera o Edge.
Cosa fare se si smarrisce la patente

Cosa fare se si smarrisce la patente

Hai perso la patente?

Keep calm e vediamo cosa fare in questa situazione.

 

Patente smarrita

Ora, dopo aver imprecato (e non poco) su questo smarrimento, bisogna cercare di capire cosa fare in queste circostanze.

Innanzitutto, accertati che che la patente sia stata smarrita veramente e non spostata da qualche altra parte (può succedere che nella frenesia quotidiana la sistemiamo in un posto insolito e ce ne dimentichiamo).

Poi, con tutta la calma che ti è rimasta (ne dubito che tu sia calmo, ma facciamo finta che sia così altrimenti non posso andare avanti con l’articolo) recati all’ufficio della Polizia di Stato o al Comando dell’Arma dei Carabinieri per denunciare, entro le 48 ore successive, lo smarrimento della patente.

Dovrai portare con te un documento di riconoscimento e due foto-tessera se il presunto smarrimento è avvenuto in Italia, altrimenti, nel caso fosse accaduto all’estero, la denuncia va presentata all’ambasciata italiana.

Solamente ora puoi cominciare a respirare più lentamente.

Con la denuncia appena effettuata ti verrà rilasciato immediatamente un permesso provvisorio di guida per poter continuare a circolare liberamente sul territorio italiano in attesa del duplicato della patente stessa.

Una volta raccolta la denuncia, redatto e sottoscritto la richiesta provvisoria di guida in triplice copia, infatti, saranno le forze dell’ordine ad occuparsi di trasmettere tutta la documentazione ai competenti uffici della motorizzazione civile che ti invierà direttamente a casa il nuovo documento dopo il pagamento di una piccola cifra.

A questo punto devi solo aspettare.

Invece, se hai smarrito la patente non meccanizzata, beh, ti toccherà recarti di persona alla motorizzazione civile.

Qui dovrai presentare una serie di documenti, tra cui il modello TT 2112 per la richiesta del duplicato, la denuncia di smarrimento, una copia di un documento di riconoscimento in corso di validità, l’attestazione del versamento postale di pochi euro e due foto-tessere.

Se, però, sei un cittadino extracomunitario, dovrai esibire oltre alla documentazione su citata, anche il permesso di soggiorno.

Può capitare, però, che dopo tutti questi giri, la patente dichiarata smarrita potrebbe essere stata ritrovata o restituita da qualche anima buona che l’ha trovata chissà dove.

In questo caso non c’è più nulla da fare: ai sensi dell’art. 2 del Decreto del Presidente della Repubblica del 09/03/2000, n. 104, la patente non è più valida, dovrai distruggerla in quanto già oggetto di denuncia di smarrimento e aspettare la duplicazione richiesta in precedenza.

Lo so. Cominciavi a vedere la luce in fondo al tunnel.

Mi dispiace per te, sarà un treno di passaggio, ma la patente ritrovata non potrà essere riattivata né recuperata in alcun modo.

Forza e coraggio. C’è una soluzione per tutto.

Ci vuole solamente un po’ di pazienza.

 

Autore: Ilaria D’Ercole

Top