Per una migliore esperienza cambia il tuo browser con Chrome, Firefox, Opera o Edge.
La divertente top ten degli oggetti smarriti

La divertente top ten degli oggetti smarriti

Una friggitrice, un ferro da stiro, un certificato di morte, una protesi acustica: la divertente top ten degli oggetti smarriti.

Top ten oggetti smarriti

 

Molto spesso la distrazione è nostra nemica, ma si sa, tra una chiacchiera e l’altra, la fretta, qualche pensiero di troppo, lo stress o per semplice distrazione, abbassare la guardia non è poi così difficile. Può capitare di perdere qualcosa, quando si viaggia, per lavoro o divertimento, quando si esce con gli amici o semplicemente quando si va a fare la spesa.

Dalle denunce di smarrimento ne è uscito un quadro a dir poco divertente: siamo un popolo distratto, che smarrisce di tutto, sui treni, negli aerei, con i carpooling, sui pullman, probabilmente anche per le corse che ci costringono a fare per andare da un binario all’altro per non perdere le coincidenze (almeno quelle!).

La lista dei paesi più smemorati è guidata dalla Spagna, l’Italia è solamente al quinto posto. Diversità anche in base alla città e al sesso: i giorni peggiori per perdere qualcosa, infatti, sono per Roma il mercoledì, il venerdì e il sabato, mentre per Milano le giornate da bollino rosso sono il venerdì e la domenica.

Inoltre, le donne, perdono maggiormente l’ombrello, seguito dallo smartphone e gli occhiali. Gli uomini, invece, smarriscono, nell’ordine, più facilmente occhiali, cappelli, sciarpe, lo smartphone, il cavo del caricatore, gli auricolari.

Si perde qualsiasi cosa, dagli oggetti più ‘comuni’ a quelli ‘particolari’: le denunce di smarrimento spaziano dagli occhiali, al telefono, dallo zaino al cavo caricatore.

In fondo, alzi la mano chi non ha mai perso l’ombrello, la sciarpa o il cappello.

Seguono a ruota gli smarrimenti di:

  • PC o Tablet
  • Auricolari
  • Giacca
  • Portafoglio
  • Libri
  • Regali
  • Valigia

 

Addirittura un abito da sposa, attrezzature da cricket, un dente finto, una piastra per capelli, ciotola del cane, dipinti, una torta e un trofeo.

Ma attenzione! Questi sono gli smarrimenti di oggetti “normali”. Tra le cose strane che sono state registrate nei vari uffici di oggetti smarriti abbiamo:

  • pullman: compagno di viaggio (si avete letto bene, qualcuno ha dimenticato il proprio compagno di viaggio che dormiva accanto a lui sul pullman), apparecchio per i denti, giochi erotici;
  • carpooling: chitarra, buste della spesa, il trasportino del gatto (ma per fortuna senza gatto);
  • treno: mutande, un dipinto, apparecchio acustico;
  • aereo: anello di fidanzamento (per fortuna poi ritrovato)

 

Tranquilli! A tutto c’è rimedio! Le persone distratte, stanche di invocare Sant’Antonio (patrono degli oggetti perduti o rubati), possono tentare la fortuna con perso&trovato.it, un progetto basato sul buon senso.

Non promettiamo miracoli (per quelli ci pensa Sant’Antonio), ma se hai perso o trovato qualcosa di importante come un amico a quattro zampe o dei documenti, puoi postare il tuo annuncio sul nostro portale e condividerlo con tutti i tuoi contatti.

Il tuo messaggio verrà elaborato e pubblicato sul sito e sulle nostre pagine social garantendoti un incremento di visibilità e aumentando le tue probabilità di entrare in contatto con chi ha ritrovato o visto il tuo oggetto/animale smarrito!

 

Autore: Ilaria D’Ercole

 

Top